Le buone strategie di marketing alla base di ogni Brand

Le buone strategie di marketing alla base di ogni Brand

Vi presentiamo un'indagine su come delle buone strategie di marketing possono fortificare e ottimizzare il Brand.

Prendendo in considerazione i dati e le informazioni derivanti dalla ricerca sui fattori di successo nel marketing e le risorse di 200 aziende internazionali, Boston Consulting Group identifica alcuni fattori tecnici e organizzativi che permettono il raggiungimento della maturità digitale sottolineando che è di fondamentale importanza una supervisione completa e costante della parte manageriale del fattore umano.

Abbiamo notato che usando una strategia di marketing avanzata, si può avere una grande ottimizzazione aziendale, registrando un 20% di entrare in più e una riduzione dei costi fino al 30% in meno.

 

Le quattro fasi per una buona strategia di marketing 

1 Bresciain consiglia le fasi per una buona strategia di marketing

 

  1. Fase iniziale

In questa fase si Pianificano gli obbiettivi che devono essere per lo più precisi realizzabili e raggiungibili nel breve, medio e lungo termine.

  1. Fase emergente

Questa è la fase di realizzazione e sviluppo di siti, landing page, post sui social e attività di link building per ottenere uno storico di dati.

  1. Fase connessa

In questa fase le aziende si affidano a strumenti di analisi statistica, per studiare le varie metriche e segmenti per quindi calcolare il ROI (ritorno dell'investimento ), per capire cosa è meglio fare e dove intervenire per ottimizzare il coinvolgimento dei nostri possibili clienti.

  1. Fase multi-momento

In questa fase i tecnici del marketing agiscono sulla targhetizzazione degli annunci e dei testi in modo da colpire fasce di mercato ben precise e tutta l'attività promozionale sarà ottimizzata anche per agire nel mercato internazionale.

 

Al livello finale cioè nella Fase “multi-momento”, i professionisti del marketing utilizzano sofisticate tecniche di automazione, tipo tecniche di Remarketing e Call to Action tenendo sempre in considerazione gli obbiettivi prefissati in fase preliminare al progetto di marketing.

In merito a quanto detto in precedenza, l'analisi effettuata da Boston Consulting Group rivela che un gran numero di Brand, incluse grandi realtà imprenditoriali, si trovano ancora nella fase “iniziale” o “emergente”, con campagne pubblicitarie senza una analisi statistica dettagliata, dati non centralizzati e siti con una pessima user experience.

 

La maggior parte dei brand non ha ancora raggiunto la piena maturità del marketing digitale 

2 Bresciain la maggior parte dei brand non ha ancora raggiunto la piena maturita del marketing digitale

Fase iniziale – 8%

Semplice esecuzione basata su pubblicazione dei siti senza una ottimizzazione di parole chiave, con pochi testi e informazioni aziendali essenziali.

Fase emergente – 47%

I dati statistici non vengono usati per una ottimizzazione in ottica Seo, gli strumenti di analisi statistica sono considerati non di fondamentale importanza.

Fase connessa – 42%

L'azienda riesce a stabilire e quantificare il ROI ( ritorno dell'investimento ) rendendo sempre più performante gli strumenti e l'attività di marketing.

Fase multi-momento-2%

Utilizzo di strumenti avanzati che permettono la targhetizzazione del mercato specificando interessi e molti aspetti del pubblico creando così annunci mirati in base ai gusti del bacino di utenti.

 

 

Oltre a questa ricerca, sono stati fatti anche dei test su sei brand importanti, in Francia, Italia, Spagna e nel Regno Unito. Nella maggior parte delle aziende che hanno raggiunto l'ultima fase del progetto di marketing (fase “multi-momento”) sono generalmente presenti tre fattori tecnici chiave:

Dati connessi: i professionisti del marketing nella fase “multi-momento” combinano più fonti di dati e feedback raccolti in mesi o anni di attività, per sviluppare in modo creativo e sempre più specifico, strategie di marketing mirate al pubblico di destinazione definendo i segmenti di pubblico in base ai dati sul comportamento. I loro touchpoint ( punti di contatto ) di conversione da online a offline sono in gran parte, se non tutti, collegati.

Automazione e tecnologia integrata: i professionisti che hanno raggiunto la fase più avanzata del marketing, raccogliendo una certa storicità di dati, integrano il prorio sito nonché il loro gestionale, con suite CRM ( gestione delle relazioni con i clienti ) in modo d'avere un'integrazione tra lead generation ( generazione di contatti ) e customer service ( assistenza clienti post vendita ).

Misurazione strategica: nella fase “multi-momento”, gli obiettivi del marketing sono direttamente collegati alle finalità comuni del brand i dati sono analizzati da sofisticati strumenti di marketing digitale. In un caso aziendale si è notato che utilizzando questa strategia si è ottimizzato il budget pubblicitario, aumentando del 6% il volume dei lead riducendo del 17% il costo per la generazione di un singolo lead.

Dai Test effettuati inoltre, si è riscontrato che con l'applicazioni dei fattori tecnici chiave sopra elencati si sono registrati sorprendenti risultati in tempi abbastanza rapidi, con un miglioramento evidente delle metriche di analisi, con questi dati si sono migliorati e ottimizzati gli obbiettivi aziendali.

  

3 Bresciain La tecnologia puo produrre risultati rapidi

 

La tecnologia può produrre risultati rapidi

I test hanno dimostrato che l'applicazione di tecnologie avanzate ha migliorato il rendimento delle campagne nell'arco di 4-6 settimane.

 

44%

Riduzione del costo per azione

50%

Aumento delle transazioni online

33%

Aumento del ritorno sulla spesa pubblicitaria (ROAS)

  

I professionisti del marketing hanno notato inoltre che nella fase “multi-momento” sono presenti anche tre fattori organizzativi chiave:

Partnership strategiche: il controllo diretto sugli strumenti tecnologici e l'analisi dei dati propietari aziendali, consente alle aziende, e/o brand del caso, di lavorare in modo sinergico con le agenzie di marketing e i fornitori di strumenti tecnologici, ottimizzando sempre più il percorso per raggiungere gli obbiettivi, per generare lead e opportunità di vendita, conquistando maggiori fasce di mercato ottenendo così uno sviluppo aziendale ottimizzato.

Competenze specialistiche: le aziende più o meno sviluppate richiedono sempre più professionisti per la gestione di mezzi tecnologici come ( le reti di ricerca, social e canali programmatici ) e personale dedicato alla misurazione dei dati statistici, Bresciain quindi si propone al bacino della piccola media e grande impresa BRESCIANA per gestire gli strumenti necessari che una buona attività di marketing necessita, inoltre propone anche formazione rilasciando materiale informativo come pdf, per far capire alle Aziende o Brand che vogliono essere autonomi nella creazione del loro percorso di Marketing, come gestire al meglio lo sviluppo di un buon progetto, affiancando i responsabili aziendali.

Strutture agili e capacità di Resilienza: Queste due qualità sono di fondamentale importanza nell' Inbound Marketing.

“STRUTTURE AGILI” si tratta di un elemento basilare per qualsiasi tipo d'azienda moderna, dagli avvenimenti passati ( crisi economica, problemi politici, dazi doganali ) molti Manager hanno capito che è una esigenza avere organizzazioni decentralizzate, strutture pronte al cambiamento e in grado di effettuare una riconversione industriale, dove e quando necessario di pari passo con le attività di marketing Strutture Agili e Marketing sono direttamente collegate.

“CAPACITA' DI RESILIENZA” si tratta di una abilità molto importante, in semplici parole, è la capacità di modificare le proprie scelte e le proprie decisioni in base agli eventi esterni di mercato ed essere in grado di reagire agli eventi negativi, in modo positivo e propositivo. Questa è una qualità che non tutti hanno ma è la chiave per la quale alcune aziende storiche Bresciane sono presenti ancora nel mercato nazionale e internazionale; fattore che i BRESCIANI hanno nel DNA.

Questo lo si capisce in quanto nel territorio Bresciano c'è ancora una grande quantità di piccole e medie aziende a gestione famigliare e che custodiscono moltissimi brevetti aziendali e saperi millenari, portando sempre al primo posto con grande onere e onore il “Made in Italy”, Brand di alto livello.

4 Bresciain Lintervento umano combinato con la tecnologia genera risultati migliori rispetto allutilizzo della sola tecnologia

 

Per concludere informiamo e consigliamo, prendendo in considerazione la collaborazione tra ThinkWithGoogle e BCG, uno strumento di benchmaking ( analisi comparativa ) in grado di valutare i risultati in base a sei dimensione chiave, tra cui fattori quali l'attribuzione, l'automazione e le informazioni sul pubblico.

Per scoprire come misurare il grado di maturità del tuo marketing e promuovere la crescita, consulta la pagina Digital Maturity Benchmark.

 

 

Fonte : https://www.thinkwithgoogle.com/